International  >>
Giorno&Notte  >>
info  >>
Photo gallery  >>
Hotels & ...  >>
Manifestazioni  >>
trasparenza  >>
avvisi  >>
News

[tutte le news]

Agenda

Guida Turistica
  • Dalla Leggenda alla Storia
  • La Dimensione dell'Uomo
  • La Linea di Costa
  • Le Vie dei Casali
  • La Salita al Monte
  • Itinerari
  • Itinerari Naturalistici
  • Itinerari Costieri
  • Itinerari Collinari
  • Itinerari Montani
  • Mappa
  • Borghi con Mappe
    Musei
  • Antiquarium "Silio Italico"
  • Museo Mineralogico Campano
  • Area Intranet
    username
    password
    Forum
    messaggi nel forum;
    accedi al forum
    Contatore visite
    N° 3232600 accessi

     

     

     

      EU Cookie Law Script 2

    By browsing our site you agree to our use of cookies. You will only see this message once.

    Find out more
    FORNACELLE - PACOGNANO

    FORNACELLE - PACOGNANO

    A mezza strada scendendo da Arola, si incontra l'antica Torre di avvistamento eretta in collegamento con le altre per aller­tare an­che le po­polazioni collinari dal pericolo saraceno. Un poco più a valle c'è Fornacelle. La Chiesa dei Santi Pie­tro e Paolo con facciata ricurva e orologio in ceramica colorata, si affianca, come sempre in questi Casali, al sorprendente Oratorio del Rosario. Nonostante il poco spazio, una doppia rampa calibrata conduce al vano imbian­cato della Congrega. Qui dentro, al di sopra degli stalli lignei dei confratelli, compare, imprevedibil­mente, una pic­cola ma preziosa pinacoteca.  

    Pacognano , nonostante il trascorrere del tempo, è ancora come una volta, con le sue case rurali na­scoste dal verde. Solitaria spicca sul vallone sottostante, a tre navi con grossa cupola, l'ottocentesca Chiesa della Nativitą di Maria Santissima. Ma il verde, che quassù tutto ge­losamente nasconde, svela, a chi sa ricercarla, una perla rara: la decaduta, ma ancor bella, dimora di Gian Battista della Porta. Ancora in piedi, lì, nonostante tutto, a ricordarne il geniale pensiero. E nella chiesa, ma proveniente dal precedente luogo di culto del borgo, una lastra rinascimentale in finissimo marmo con angeli ai lati di un'edicola per l'olio degli infermi ricorda quale committente, nell'iscrizione dedicatoria, il padre di quell'eclettico intellettuale.