International  >>
Giorno&Notte  >>
info  >>
Photo gallery  >>
Hotels & ...  >>
Manifestazioni  >>
trasparenza  >>
avvisi  >>
News

[tutte le news]

Agenda

Guida Turistica
  • Dalla Leggenda alla Storia
  • La Dimensione dell'Uomo
  • La Linea di Costa
  • Le Vie dei Casali
  • La Salita al Monte
  • Itinerari
  • Itinerari Naturalistici
  • Itinerari Costieri
  • Itinerari Collinari
  • Itinerari Montani
  • Mappa
  • Borghi con Mappe
    Musei
  • Antiquarium "Silio Italico"
  • Museo Mineralogico Campano
  • Area Intranet
    username
    password
    Forum
    messaggi nel forum;
    accedi al forum
    Contatore visite
    N░ 3209660 accessi

     

     

     

      EU Cookie Law Script 2

    By browsing our site you agree to our use of cookies. You will only see this message once.

    Find out more
    Itinerari Naturalistici

    ITINERARI NATURALISTICI

    La storia di Vico Equense è stata caratterizzata da un intenso rapporto tra la terra ed il mare, in cui l'una e l'altro, alternativamente, fungevano da elemento aggregante o isolante. L'asperità del territorio ha spinto i primi frequentatori di questi luoghi ad insediarsi laddove il terreno più si prestava ad accogliere insediamenti stabili, nei pressi di quel mare visto sia come confine sicuro che come fonte di opportunità economiche. Ma, nel tempo, lo stesso mare si è rivelato causa di sconvolgimenti nella vita degli abitanti: cause naturali come l'innalzamento del suo livello che, anche se di pochi metri, ha comportato l'arretramento della linea di costa lungo le spiagge basse, oppure dovute all'uomo come le incursioni piratesche che dal Medioevo sino al XVII secolo hanno flagellato le coste dell'Italia meridionale. Entrambi gli eventi hanno determinato lo spostamento di parte della popolazione verso l'alto, in posti più sicuri, in casali sparsi sulle colline. Oggi l'osservazione attenta delle caratteristiche geo‑morfologiche del territorio agevola l'interpretazione anche della storia di Vico Equense. La serie di itinerari che segue vuole essere non solo un invito a cogliere gli aspetti naturalistici del territorio, ma anche l'opportunità di un viaggio a ritroso nel tempo, alla ricerca di un passato in parte ancora da scoprire.